CASA β

Roma, 2016

La rotazione del muro in travertino stuccato trasparente ha l’intento di nobilitare la zona di ingresso e connetterla visivamente con la luce proveniente dalla zona giorno. Allo stesso tempo permette un artificio prospettico che la rende visivamente più ampia e proporzionata nel percorso di entrata alla casa. La figura trapezoidale che ne deriva, segnata anche dalla diversa trama del pavimento in legno, è ripresa in altre forme ed elementi di arredo della casa. La libreria, fondale plastico del soggiorno, si configura come un trilite distaccato dalla parete che ragiona sull’astrazione formale di un archetipo strutturale. L’utilizzo del travertino, in questo caso spazzolato, è replicato nel bagno principale come nastro modellato che connette la zona lavabo e doccia con unica forma incastonata nella trama regolare del gres scuro.